venerdì 1 maggio 2015

Olio. Sirena d'Oro 2015, premiati i migliori oli dop e igp d'Italia

Quest'oggi, nella sala consiliare del comune di Sorrento, sono state premiate le aziende vincitrici della 13ma edizione del Sirena d'Oro, il concorso nazionale che seleziona i migliori oli extravergine d'Italia dop e igp.
La consegna delle "Sirene" è avvenuta nel corso di un convegno dal titolo "Le produzioni agricole sostenibili e di qualità quale soluzione alla crisi”, al quale sono intervenuti Giuseppe Cuomo, sindaco di Sorrento, Paolo Russo, componente della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei deputati, Aldo Patriciello, deputato al Parlamento Europeo, Daniela Nugnes, assessore all’Agricoltura della Regione Campania, e Silvano Ferri, membro del direttivo di FederDop Olio.
L’edizione 2015 del Sirena d’Oro si è svolta in un’annata caratterizzata da una forte flessione della produzione nazionale di olio extravergine di oliva, causata dagli anomali fenomeni atmosferici del 2014, in aggiunta ad altri eventi straordinari come le malattie e gli attacchi parassitari che hanno aggredito le piante di olivo.
 Nonostante le difficoltà che hanno colpito il settore, sono state ben 109 le aziende che hanno iscritto i propri oli al concorso nazionale, in rappresentanza di 33 diverse aree di produzione Dop e Igp.
Complessivamente sono stati nove gli oli premiati, suddivisi nelle tre categorie del concorso: fruttati leggeri, fruttati medi e fruttati intensi.
La Sirena d’Oro tra i fruttati leggeri è stata vinta dall’Oliviera Sant’Andrea con l’Igp Toscano. Sirena d’argento all’azienda agricola Marfuga, con la Dop Umbria Colli Assisi-Spoleto, e Sirena di Bronzo al Frantoio Pruneti con la Dop Chianti Classico.
 Nella categoria fruttati medi si è aggiudicata la Sirena d’Oro la cooperativa Olivicoltori Valle del Cedrino con la Dop Sardegna. L’azienda agricola Pietrabianca, con la Dop Cilento, ha vinto la Sirena d’Argento. L’azienda agricola Le Tre Colonne, con la Dop Terra di Bari (Bitonto), ha ottenuto la Sirena di Bronzo.
E’ della Dop Terra di Bari (Bitonto) la Sirena d’Oro nella categoria fruttati intensi, vinta dall’azienda agricola De Carlo. La Sirena di Argento e la Sirena di Bronzo sono state conquistate da due aziende della Dop Monti Iblei (Monte Lauro): rispettivamente l’azienda agricola Terraliva e la cooperativa agricola Agrestis.
Assegnate inoltre le Gran Menzioni alle aziende giunte al quarto e quinto posto in ciascuna categoria. Per i fruttati leggeri sono la società Terra Nostra con la Dop Terra d’Otranto e l’azienda agricola Di Giacomo con la Dop Aprutino Pescarese. Tra i fruttati medi, Gran Menzione all’azienda agricola Bonomelli con la Dop Garda (Orientale) e all’azienda Cosmo con la Dop Colline Pontine. Gran Menzione, tra i fruttati intensi, alla società Frantoi Cutrera con la Dop Monti Iblei (Gulfi) e all’oleificio F.A.M con la Dop Irpinia Colline dell’Ufita.

Questa mattina Sorrento ha inoltre ospitato, nella sala consiliare del Comune, il convegno dal titolo “Il ruolo di tutela dei consorzi a sostegno dello sviluppo della filiera olio dop in Italia”, a cura dei consorzi di tutela olio extravergine dop “Terre Aurunche” e “Penisola Sorrentina”.
Nel corso dell'appuntamento sono state illustrate le proprietà organolettiche degli oli dop e igp, ed è stato fatto il punto sulle iniziative messe in campo per contrastare l'epidemia di  Xylella Fastidiosa nel Salento, alla luce del prmi stanziamenti a sostegno dei produttori, varati ieri dal Consiglio dei ministri, e dalle decisioni adottate dal Comitato per la salute delle piante dell'Unione Europea, che si è riunito a Bruxelles il 27 e 28 aprile
Dopo il saluti del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, e del presidente del consorzio di tutela Dop Penisola Sorrentina, Antonio Gargiulo, sono intervenuti il responsabile della Regione Campania del Servizo territoriale provinciale di Napoli e Caserta, Giampaolo Parente, l’agronomo Carmelo Buttazzo, e il docente di Scienze e Tecnologie Alimentari Raffaele Sacchi che illustrerà le qualità organolettiche degli oli dop e igp.
 Nel corso del convegno è stato inoltre presentato il protocollo d’intesa delle aree dop campane, e il progetto “Qr Code”, con introduzione di Antonio Limone, commissario dell’Istituto Zooprfilattico sperimentale del Mezzogiorno.
"Il Sirena d'Oro è un appuntamento che realizziamo da 13 anni e in cui la città crede molto - ha detto il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - In un'annata contraddistinta da una campagna olearia con rese molto al di sotto di quelle degli altri anni, l'evento riveste una importanza ancora maggiore a sostegno delle imprese che investono nella qualità e scelgono la strada virtuosa della produzione di oli dop e igp.
Un grazie a tutte le aziende che hanno partecipato numerose al Premio Sirena d'Oro. Sono convinto che, dal confronto tra mondo produttivo e istituzioni, che abbiamo avuto oggi a Sorrento, contraddistinto dalla partecipazione di numerosi esperti, possano giungere le migliori soluzioni per la ripresa dell'intero settore".

Il Sirena d’Oro è un appuntamento promosso dalla Città di Sorrento, in collaborazione con FederDop Olio, Unaprol e associazione Oleum.
 Ha il patrocinio della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei deputati, del ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e della Regione Campania.

Nessun commento: