sabato 28 maggio 2011

"L'uomo del Grano" premiato al Catholic Film Festival



Il 19 maggio 2011, "L'Uomo del Grano" di Giancarlo Baudena è stato premiato come Miglior Opera Prima,(in exequo con un altro film), all'international Catholic Film Festival "MIRABILE DICTU" presso l'Auditorium della Conciliazione in Roma.
Si tratta della Biografia del Grande Scienziato italiano Nazareno Strampelli
il quale, grazie alle scoperte realizzate nel Campo della Genetica e poi
applicate alle Tecniche Agrarie, riuscì ad aumentare la capacità produttiva
dei Terreni Coltivati a Grano.
Un uomo che, grazie al suo impegno, ha saputo infliggere un duro colpo alla
fame nel mondo.

giovedì 19 maggio 2011

DAL 4 AL 12 GIUGNO VIGNOLA È LA CAPITALE DELLA CILIEGIA


DAL 4 AL 12 GIUGNO VIGNOLA È LA CAPITALE DELLA CILIEGIA

Degustazioni, mercatini, spettacoli, mostre e una festa nazionale con la partecipazione di 50 Comuni per celebrare l’invitante frutto rosso, simbolo della città modenese. Spazio anche alle eccellenze dei motori, con il raduno Ferrari

VIGNOLA (MO, 17 maggio 2011) – I lati delle strade invase dai colorati e festosi banchetti dei produttori di ciliegie, che propongono i loro invitanti frutti. E’ questo lo scenario che dalla fine di maggio si incontra a Vignola, a 25 km da Modena. La città, dal 4 al 12 giugno festeggerà il frutto che l’ha resa famosa in Italia e nel mondo: la ciliegia. Il comune modenese ospiterà, all’interno dell’evento “Vignola 2011 – L’eccellenza della Ciliegia” una serie di iniziative gastronomiche, artistiche e culturali dedicate a questo invitante frutto, che da secoli fa parte del patrimonio e delle tradizioni del territorio.
Tra gli appuntamenti più attesi c’è la Festa nazionale “Città delle Ciliegie”, che nei primi due weekend di giugno porterà nelle vie e nelle piazze di Vignola le rappresentanze dei circa 50 Comuni dell'omonima associazione nazionale. Ogni delegazione si presenterà con le ciliegie tipiche delle proprie zone, insieme ad altre specialità gastronomiche. Sarà quindi possibile gustare, passeggiando tra colorati stand e divertententi animazioni, il frutto delle grandi tradizioni cerasicole italiane: non solo l’Emilia, Vignola in testa, ma anche storici produttori come Puglia, Veneto e Campania.
Dall’8 al 10 giugno è invece previsto un importante convegno nazionale sul ciliegio, a cura del dipartimento di Colture Arboree della facoltà di Agraria dell'Università di Bologna. Le iniziative dedicate alla ciliegia continuano dal 9 al 12 giugno con “Vignola... è tempo di Ciliegie”, collaudata manifestazione nata dalla collaborazione tra il Comune, Vignola Grandi Idee e il tessuto economico locale. Un momento in cui la città si riempirà non solo del colore degli invitanti frutti rossi, ma anche di musica, arte e itinerari gastronomici.
Gli eventi raggiungeranno il loro culmine sabato 11 e domenica 12 giugno con mercatini artistici, sculture di frutta e mostre tematiche nei principali luoghi della città. Sabato sera spazio alla musica e al divertimento con la “Notte rosso ciliegia” che, oltre alle degustazioni dei prodotti tipici del Modenese, proporrà concerti e spettacoli. Domenica, insieme ai sapori del territorio e dei “Gemelli con gusto”, le città italiane ed europee gemellate con Vignola, si esprimerà anche la passione modenese per i motori. È in programma infatti il 7° ritrovo delle auto Ferrari, il 10° raduno delle auto storiche e il primo raduno delle 2 Cavalli.

La città di Vignola
A fare da sfondo a queste iniziative sarà la città di Vignola, nota, oltre che per la ciliegia Moretta, anche per la sua suggestiva Rocca. Affacciato sul fiume Panaro, il castello medievale è un edificio perfettamente conservato con al suo interno affreschi quattrocenteschi. Di interesse turistico anche Palazzo Contrari - Boncompagni, detto anche palazzo Barozzi, edificio rinascimentale famoso per la vertiginosa scala a chiocciola progettata dall’architetto vignolese Jacopo Barozzi.

Vignola e le sue ciliegie: una tradizione secolare
Vignola è da sempre legata alle sue ciliegie e a un territorio ricco di storia e tradizioni agricole. L’unione di ideali condizioni pedoclimatiche e di una profonda conoscenza delle tecniche di coltivazione, insieme a un’innata propensione all’innovazione, hanno portato questo comprensorio a livelli di assoluta eccellenza. Vignola è stata tra le capofila delle più importanti esperienze nel settore della produzione, conservazione e commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli: dalle coltivazioni a strati orizzontali sovrapposti alle prime coltivazioni “intensive” di ciliegie, dalla costruzione dei primi “magazzini frigoriferi” ai primi vagoni “ad atmosfera refrigerata” (da grosse stecche di ghiaccio) per portare i prodotti fino all’estremo Nord Europa.
Attualmente, il comprensorio vignolese ha una produzione di circa 20-30mila quintali di ciliegie all’anno. La prima varietà a raggiungere la maturazione, nella seconda metà del mese di maggio, è il “Durone Bigarreau”. Subito dopo arriva la famosissima “Mora di Vignola”, una delle migliori ciliegie dal punto di vista organolettico. A giugno maturano i duroni scuri, come il “Nero I” e la “Anella”. Dalla metà di giugno sono invece disponibili le varietà tardive “Nero II” e “Ciliegione”, particolarmente gustose e ricche di qualità nutritive. La qualità di questi frutti è tutelata è garantita dal Consorzio della Ciliegia, della Susina e della Frutta Tipica di Vignola, nato nel 1964.

venerdì 13 maggio 2011

Secondo Incontro Europeo Pioppicoltura

10 Maggio 2011

Mercoledì 8 e giovedì 9 Giugno 2011 a Mantova avrà luogo il Secondo Incontro Europeo sulla Pioppicoltura.
Dopo il successo della prima edizione, tenutasi a Valladolid nel 2010, quest’anno sono stati scelti il territorio italiano e la città di Mantova per ospitare il convegno che riunirà i maggiori pioppicoltori europei.

L’evento presenterà la situazione della pioppicoltura a livello europeo e, nel dettaglio, le realtà specifiche di Italia (intervento a cura di Fabio Boccalari - Presidente Associazione Pioppicoltori Italiani), Spagna (intervento a cura di Alvaro Picardo - Assessore della Direzione Generale dell’Ambiente della Giunta di Castilla y León), Belgio (intervento a cura di André de Terck - Presidente Centre de Populiculture du Hainaut) e Francia (intervento a cura di Hervé Drouin - Presidente Conseil National du Peuplier de France).
Verranno trattate inoltre le tematiche della certificazione del pioppo (interventi a cura di Giuseppe Nervo – Direttore CRA - Unità di Ricerca per le Produzioni Legnose Fuori Foresta e Federico Radice Fossati – Presidente della Commissione Nazionale per il Pioppo), la sua funzione di sequestro della CO2 (caso studio a cura del Centro Comune di Ricerca - Joint Research Centre di Ispra), la sua gestione all’interno delle aree demaniali (intervento di Alessio Picarelli - Dirigente Settore Monitoraggio, Pianificazione e Valorizzazione del Territorio - Autorità di Bacino del fiume Po) e il grande tema del riconoscimento del pioppo all’interno dei Piani Strategici Nazionali (con il contributo di Alberto Del Lungo - Segretariato della Commissione Internazionale del Pioppo, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura – FAO - ).
Sono previsti infine dibattiti nel corso della sessione mattutina e pomeridiana, moderati da Stefano Bisoffi - Presidente della Commissione Internazionale per il Pioppo (IPC), durante i quali addetti ai lavori, invitati e relatori, avranno modo di confrontarsi sulle problematiche emerse nel corso degli incontri.
Il convegno, nella giornata di mercoledì 8 Giugno, si terrà presso il Centro Congressi Mantova Multicentre - Largo Pradella 1/B – Mantova, mentre per giovedì 9 giugno sono previste due visite aziendali presso:
azienda agricola Rosa Anna e Rosa Luigia in località Torre d’Oglio – Viadana (MN);
azienda Panguaneta Spa - Sabbioneta (MN).

Organizzato dall’Associazione Pioppicoltori Italiani, insieme a FederlegnoArredo, Commissione Nazionale per il Pioppo, Pro-Populus e Usse, il convegno sarà innanzitutto un momento di incontro e di scambio di conoscenze tra le diverse realtà europee che hanno lo stesso obiettivo comune: la valorizzazione della pioppicoltura.
Per consultare il programma ed iscriversi all’evento vi invitiamo a visitare la pagina web http://www.confagricolturalombardia.it/pagina.asp?id=273, o a contattare l’Associazione Italiana Pioppicoltori (Tel. +39.02.58.30.21.22 – mail: api@confagricolturalombardia.it).

Link:

Programma Convegno

sabato 7 maggio 2011

PIANO REGIONALE 2011-2013 PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO



6 Maggio 2011


Milano – E’ stato sottoscritto ieri, giovedì 5 maggio, presso la sede della Regione Lombardia il Piano Regionale 2011-2013 per la Promozione della Sicurezza e della Salute negli ambienti di Lavoro.
Il Piano si basa sui presupposti della strategia regionale per la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro del 2008-2010 e sul Piano Regionale della Prevenzione, redatto nell’aprile 2010, in coerenza con lo stesso Piano Nazionale.

Guardando a tutti i settori produttivi (industria, costruzioni, servizi ed agricoltura), dal 2006 al 2009 c’è stata una riduzione del 13,7% degli infortuni sul lavoro e un crollo del 44,3% di quelli mortali; sulla base di questi dati, il nuovo Piano mira ad un calo del 15% degli infortuni mortali e del 10% del tasso di incidenza degli infortuni gravi, ad un’ulteriore riduzione del numero assoluto degli incidenti mortali e all’emersione delle malattie professionali, ritenuto il tema centrale per il futuro della sicurezza sul lavoro.

Il Piano ha come elemento centrale la promozione della “Cultura della Sicurezza”, supportata da investimenti in termini di informazione, comunicazione e formazione. Regione Lombardia finanzierà progetti per 12 milioni di euro e INAIL Lombardia stanzierà 700 milioni per investimenti sulla sicurezza sul lavoro nel triennio 2011-2013, destinando 20 milioni solo al comparto informazione scolastica.

Il direttore di Confagricoltura Lombardia Umberto Bertolasi ha commentato positivamente il nuovo Piano, sottolineando i progressi fatti in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro dal comparto agricolo con una riduzione degli infortuni del 39% complessivo nell’arco degli ultimi 9 anni, assai vicina all’obiettivo regionale di riduzione del 5% annuo; le campagne preventive effettuate hanno inoltre contribuito ad abbassare il numero delle più gravi tipologie di infortunio,contribuendo pertanto a ridurre gli infortuni in agricoltura, ad un tasso del 4,3% annuo.

venerdì 6 maggio 2011

AGRITURIST PRESENTA LA GUIDA 2011


Sono 37 anni che l'Associazione agrituristica di Confagricoltura accompagna "vecchi" e nuovi appassionati alla scoperta delle vacanze in fattoria. Nell'ultima edizione, una selezione di 1500 offerte di ospitalità in aziende agricole.







La Guida Agriturist compie 37 anni. La prima edizione, che si chiamava "Guida dell'Ospitalità Rurale", uscì nel 1975 con un centinaio di proposte, "antesignane" di quello che, dal 1985, è stato definito, da legge dello Stato, "agriturismo". Le successive edizioni, col "salto" di un solo appuntamento, sono state realizzate annualmente, fino alla recente pubblicazione della "Guida Agriturist 2011".



Dal 1996, alla Guida cartacea, Agriturist ha affiancato la Guida "on-line" pubblicata nel portale internet www.agriturist.it, consultata nel 2010 da oltre un milione di persone, a conferma della grande popolarità raggiunta dall'agriturismo italiano, la cui nascita "ufficiale", in Italia, risale al 1965, anno di fondazione dell'Agriturist.



La Guida Agriturist 2011 seleziona 1.500 proposte di accoglienza turistica in aziende agricole, che offrono alloggio in camere con prima colazione o appartamenti indipendenti (1.435 aziende agricole), campeggio (86) e ristorazione (786). Fra i principali servizi di intrattenimento, si segnalano: piscina (777), noleggio biciclette (978), lezioni di equitazione ed escursioni a cavallo (226), degustazioni guidate di prodotti tipici (693), alimenti ottenuti con metodi biologici (403). Gli agriturismi organizzati per l'accoglienza di disabili sono 796.



Oltre alla presentazione delle aziende agrituristiche, la Guida Agriturist 2011 contiene informazioni sui prodotti agroalimentari riconosciuti dall'Unione Europea a Denominazione d'Origine Protetta (DOP) e ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), sui vini a Denominazione d'Origine Controllata e Garantita (DOCG) e a Denominazione d'Origine Controllata (DOC), sui Parchi Nazionali e sulle norme di prudenza per affrontare un'escursione in sicurezza.



La Guida Agriturist 2011 (416 pagine, 15 euro, compresa quota associativa Agriturist) è in vendita nelle librerie oppure si può ricevere direttamente telefonando allo 06.6852337, o scrivendo ad agritur@confagricoltura.it. I soci Agriturist hanno diritto allo sconto del 10%, su ospitalità, prodotti e servizi, in circa 900 aziende agricole convenzionate.



Alla presentazione della Guida 2011, e ad una valutazione sullo stato di salute dell'agriturismo italiano, è dedicata la conferenza stampa che il presidente di Agriturist, Vittoria Brancaccio, terrà a Roma (Confagricoltura - Palazzo della Valle - Corso Vittorio Emanuele 101), giovedì 5 maggio alle ore 12.00, con la partecipazione del presidente di Confagricoltura, Mario Guidi.